Logo ZenStore
Spray Termoprotettivi per capelli

Spray Termoprotettivi per capelli

- ZenStore

Namasté Zenine,
anche oggi ci occupiamo della cura dei capelli con consigli adatti a tutti!

Spesso ci si concentra sullo shampoo, sul balsamo e si pensa che il risultato non sia soddisfacente perché non si è trovato il prodotto adatto. Questo può essere vero, tuttavia, prima del prodotto giusto, è necessario acquisire delle abitudini “salutari” anche per i nostri capelli: lavarli in maniera corretta (se vuoi approfondire l’argomento, leggi qui), pettinarli e asciugarli riducendo i danni che , alla lunga, i comportamenti scorretti possono provocare.

Oggi ci occuperemo di termoprotettori: prodotti in grado di diminuire i danni provocati dall’uso del phon.

Dato che fare a meno dell’asciugacapelli non è possibile (tranne nei mesi estivi), andiamo a vedere quali sono le pratiche migliori per ridurre i danni provocati dal calore.

Termoprottetore: cos’è e a cosa serve

Per “termoprotettore” si intende un prodotto in grado di proteggere dai danni che il calore provoca al fusto capillare.

Le principali fonti di calore che danneggiano i capelli e il cuoio capelluto sono: acqua troppo calda, phon e sole. Non è un caso se non nomino la piastra: i suoi danni sono più difficili da evitare. Per il benessere dei capelli, la piastra andrebbe evitata o usata raramente.

Per quanto riguarda l’acqua calda, la soluzione è immediata: utilizzare sempre acqua tiepida per il lavaggio dei capelli.

Per il sole, troverete informazioni, consigli pratici e ricette in questo articolo: "Capelli al sole: come proteggerli"

Oggi ci occuperemo del phon: come evitare che il calore danneggi i capelli?

Vi anticipo subito che:

  • possiamo intervenire con prodotti naturali specifici in grado di diminuire i danni provocati dal phon (per eliminarli del tutto bisognerebbe non utilizzarlo);
  • utilizzare il phon a distanza non ravvicinata e senza esagerare con la temperatura: tutti i phon permettono di regolare il calore. Scegliete la temperatura più bassa, anche se ci vorrà più tempo. I capelli ringrazieranno!

Ad aver particolare bisogno di accortezze sono i capelli più lunghi: le lunghezze sono le veterane, quelle che hanno subito maggiori (mal)trattamenti. Il capello è un elemento morto: non si rigenera. Pertanto è bene preservarne la salute.

Consigli generali per ridurre i danni del phon

Prima di conoscere come realizzare un prodotto che limiti i danni provocati dal phon, vorrei ribadire alcuni punti:

  • non utilizzate il phon su capelli molto bagnati: tamponateli (senza strofinare) prima di procedere all’asciugatura;
  • non avvicinate il phon troppo ai capelli: il rischio è di bruciare la fibra capillare. La distanza consigliata è di 20 cm;
  • modulate sempre la temperatura del phon: l’aria non deve essere troppo calda;
  • asciugate i capelli muovendo il phon in varie direzioni, senza fissarvi su un singolo punto.

Si tratta di consigli davvero semplici ma sorprendentemente efficaci!

Adesso siamo pronti a realizzare un termoprotettore. Le ricette sono estremamente semplici e alla portata di tutti.

3 ricette per realizzare Spray termoprotettori fai da te (semplicissime!)

Ecco la prima ricetta.

Per realizzare questo spray avrete bisogno di:

  • 100 ml di acqua distillata (l’acqua distillata non presenta minerali che potrebbero appesantire i capelli e deperisce meno facilmente)
  • 2 cucchiai di balsamo o maschera per capelli
  • 1 cucchiaio di olio di mandorle dolci
  • 5 gocce di olio essenziale (sandalo, lavanda, ylang ylang, mirra)

La procedura è semplicissima: inserite tutti gli ingredienti in un contenitore spray e agitate bene prima di utilizzarlo.

Il prodotto va applicato sui capelli tamponati, distribuendolo su lunghezze e punte, le parti del capello più fragili.

Essendo presente un’alta percentuale di acqua, il prodotto è facilmente deperibile. Pertanto:

  • Preparatene in piccole quantità
  • Conservatelo in frigo (soprattutto in estate), al riparo dalla luce

 

Ecco un'altra ricetta. La procedura sarà sempre la stessa: all’interno dello spray troveremo sempre acqua e oli: per questo motivo, essendo immiscibili, lo spray va sempre agitato prima dell’uso.

Gli ingredienti di questa seconda ricetta sono:

  • 250 ml di acqua distillata
  • 4,5 ml di olio di cocco
  • 15 ml di olio di mandorle dolci
  • 10 g di balsamo
  • 10 gocce di oli essenziali (lavanda, geranio, rosmarino)

 

Nella terza ricetta vi propongo di sostituire l’acqua distillata con altri prodotti naturali con alta percentuale di acqua: aloe vera, gel ai semi di lino, idrolati:

  • un cucchiaio di aloe vera
  • 5 cucchiai di idrolato di lavanda
  • un cucchiaio di olio di argan
  • 4 gocce di oli essenziale di sandalo (ideale per capelli danneggiati e fragili. Potete sostituirlo con quello di Yalng Ylang, particolarmente indicato per prevenire le doppi punte)

 

Noterete che la percentuale di grassi (oli vegetali) è inferiore: questa ricetta risulta particolarmente adatta alle chiome che tollerano meno gli oli e prediligono elementi idratanti. Provate questa miscela qualora le ricette più “grasse” dovessero risultare troppo pesanti.

Potete personalizzare queste semplici ricette e adattarle alle vostre esigenze.

Gli oli essenziali possono essere sostituiti con quelli che preferite ma consiglio di non ometterli: oltre a favorire la conservazione dei prodotti, possiedono proprietà notevoli per la cura dei capelli!

Stesso discorso per oli vegetali. L’unico consiglio è quello di ricorrere a oli vegetali “leggeri”, poco densi: olio di semi di lino, olio di karité (che non è burro di Karité liquido!), olio di jojoba sono tra quelli da preferire.

 

Vi consigli di provare queste ricette: possono fare davvero la differenza!

Attendo le vostre opinioni!

Condividi sui social Condividi su Facebook Condividi su Twitter