Logo ZenStore
Profumi fai da te con oli essenziali - Ricette per Lui e per Lei

Profumi fai da te con oli essenziali - Ricette per Lui e per Lei

- ZenStore

Namasté Zenine!
nell’articolo Oggi scoprirete qualche ricetta per realizzare un profumo fai da te con gli oli essenziali.

Abbiamo affrontato il tema in maniera approfondita in “Come realizzare un profumo fai da te con oli essenziali”, dove potete scoprire le regole fondamentali da conoscere per creare un profumo personalizzato e armonioso (vi consiglio vivamente di leggerlo e visualizzare la piramide olfattiva, punto di riferimento per diventare profumieri).

Sì, perché, per realizzare un profumo è necessario lasciarsi ispirare non solo dai propri gusti personali, ma anche dalle caratteristiche delle materie prime (naturali) che utilizzerete.

Le “note” dei profumi hanno caratteristiche diverse, per cui è possibile distinguere: note di fondo (le più persistenti e durature), note di cuore, note di testa (le più volatili).

Tale distinzione è data dalla volatilità degli oli essenziali: ci sono oli essenziali il cui profumo si disperde più velocemente. Pertanto, se realizzaste un profumo con troppe note di testa, rischiereste di avere un profumo poco duraturo.

IMPORTANTE: rispettando le indicazioni sulle percentuali Oli essenziali da inserire, non avrete bisogno di alcun fissatore per profumo.

In particolare, le percentuali cui fare riferimento sono:

  • tra il 25% e il 30% Oli essenziali di fondo (più persistenti)
  • tra il 10% e il 15% Oli essenziali di cuore
  • tra il 50% e il 60% Oli essenziali di testa (più volatili)

Ecco le dosi per realizzare un profumo:

  • 30 ml di alcool etilico 95° oppure 30 ml Olio vegetale (olio di mandorle oppure olio di jojoba);
  • Da 40 a massimo 80 gocce Oli essenziali.

Nella procedura, piuttosto semplice, si parte dalle base (olio o alcool) e si procede inserendo prima le note di fondo, poi quelle di cuore e, infine, quelle di testa.

Oggi voglio presentarvi delle ricette dettagliate che potrete sperimentare.

Se, dopo la macerazione, il risultato non dovesse piacervi, ricordate che potrete “aggiustare” il profumo aggiungendo note più gradite. Il tempo di posa è fondamentale: dovrete riporre il profumo in un luogo buio e asciutto per un mese, altrimenti il profumo sarà falsato.

Profumo fai da te “Speziato” - unisex

Un profumo ricco e intenso. Ideale per chi predilige un profumo decisamente vigoroso e forte. Per lui e per lei.

 

Profumo fai da te “sensuale” – Per lei

Un profumo più leggero e volatile, dove note fiorite e fruttate si armonizzano per regalarti un profumo “frizzante”.

 

Profumo fai da te “legnoso” – Per lui

Un’armonia intensa e duratura, con note legnose e selvagge.

 

Profumo fresco e rigenerante – Per lei

Un profumo fresco e rigenerante.

 

Profumo dolce ed estivo – Per lei

Un profumo intenso dolce e avvolgente.

 

Profumo dolce ed estivo – Per lui

Un profumo decisamente maschile, intenso e fresco allo stesso tempo.

  • 30 ml di alcool o olio vegetale
  • 15 gocce di olio essenziale di vetiver (note di fondo)
  • 15 gocce di olio essenziale di zenzero (note di fondo)
  • 30 gocce di olio essenziale di pompelmo (note di testa)
  • 15 gocce di olio essenziale di limone (note di testa)

 

PRECAUZIONI D’USO
Ci sono oli essenziali fotosensibilizzanti; pertanto se ne sconsiglia l’uso se ci si esporrà al sole nelle 24 ore successive all’applicazione. Questi oli essenziali sono: limone, arancio dolce, arancio amaro, bergamotto, pompelmo, mandarino, saldalo, angelica.

Da evitare in gravidanza e allattamento e sui bambini: cannella, basilico, coriandolo, chiodi di garofano, ginepro, menta piperita, patchouli, salvia, timo e zenzero.

Lasciatevi ispirare da queste “ricette”: potete apportare delle modifiche sulla base delle vostre preferenze personali. Il consiglio è di rispettare le indicazioni e le percentuali di note profumate di testa, di cuore e di fondo. Ad esempio, potete sostituire un olio essenziale di arancio dolce (volatile) con un altro dalle note agrumate (limone, ad esempio), ma non con un olio essenziale legnoso (sandalo – nota di fondo).

Ricordate di partire dalle base (alcolica o oleosa) e di procedere per grado, inserendo prima le note di testa e infine quelle di fondo. Riponete il vostro profumo in un contenitore di vetro lontano dalla luce e dal calore. Dopo circa un mese di macerazione, potete testare il vostro profumo e decidere se inserire delle modifiche!

Insomma, lasciatevi ispirare….

Vorrei concludere l’articolo chiedendovi se avete mai realizzato un profumo ricorrendo agli oli essenziali. Potreste condividere la vostra ricetta con noi!

Le possibilità sono davvero infinite e alla fine avrete ottenuto un profumo interamente fatto da voi! Una bella soddisfazione, no?

Ed ecco la nostra mascotte Gaia che ci ricorda un'altra avvertenze importante: regolate bene il verso dell'erogatore del profumo. Può essere davvero molto, molto irritante per gli occhi!

 

Gaia realizza un profumo con gli oli essenziali

Condividi sui social Condividi su Facebook Condividi su Twitter