Logo ZenStore
Profumi fai da te con le Fragranze. Tutte le ricette

Profumi fai da te con le Fragranze. Tutte le ricette

- ZenStore

Namasté Zenine,
preparate i vostri nasi perché oggi parleremo di un argomento molto interessante e “profumato”: come realizzare un profumo fai da te con le fragranze!

Un profumo può contribuire al nostro benessere: può farci sentire più belli, più sicuri e attraenti, può migliorare l’umore e trasmettere energia, gioia e positività.

Il profumo rappresenta una sorta di biglietto da visita con cui ci si presenta agli altri, mostrando anche piccoli dettagli della nostra personalità.

Per molti l’ultima cosa da fare prima di uscire di casa (a parte controllare di aver preso le chiavi!)? Una spruzzata di profumo e via!

Grazie alle fragranze cosmetiche possiamo realizzare in casa tantissimi profumi personalizzati o replicare le essenze più famose che ci hanno colpito, spendendo cifre davvero irrisorie. Vediamo allora come poter fare un profumo usando le nostre fragranze cosmetiche preferite!

Differenza tra fragranze e oli essenziali

Spesso si fa confusione tra oli essenziali e fragranze, pensando che siano la stessa cosa, ma non è così. Con entrambi si possono creare dei profumi personalizzati, ma è bene conoscere la loro origine e i loro effetti prima di utilizzarli. Si tratta di prodotti che possono andare a contatto con la pelle e vanno usati con accortezza!

Le fragranze sono essenze aromatiche e possono essere di derivazione naturale o di sintesi.

Le fragranze ottenute in laboratorio tramite la sintesi di sostanze chimiche conferiscono profumazioni molto intense e generalmente più durature rispetto alle fragranze naturali (per questo sono le più utilizzate all’interno dei comuni cosmetici, come saponi, bagnoschiuma, shampoo ecc... specie se a basso costo)

Le fragranze di origine naturale sono prodotte partendo da composti vegetali (come la vanillina, estratta dai baccelli di vaniglia; il limonene ricavato dalla scorza di limone ed altri agrumi o il geraniolo proveniente da alcune piante, tra cui geranio, melissa e verbena). In alcuni casi, questo tipo di fragranze consentono di sostituire essenze più costose (quella di rosa o di vaniglia ad esmepio).

A differenza delle fragranze, gli oli essenziali sono composti di origine vegetale ottenuti tramite distillazione, spremitura o estrazione di piante aromatiche (foglie, corteccia, fiori, steli, radici, ecc...) di cui conservano l’essenza, il profumo originale della pianta. Si tratta di veri e propri concentrati di principi attivi, che li rendono per questo idonei anche ad un uso terapeutico.

Oltre che per l’origine, oli essenziali e fragranze si differenziano per:

  • Utilizzo: Entrambi possono essere usati per profumare cosmetici (saponi, detergenti e prodotti per la cura della persona), ma gli oli essenziali sono gli unici adatti all’aromaterapia. Alcuni oli essenziali sono idonei anche ad uso interno (sempre sotto la supervisione di un professionista, mi raccomando!) mentre le fragranze non vanno assolutamente ingerite.
  • Benefici: gli oli essenziali usati nei cosmetici possono aiutare a trattare diverse affezioni della pelle (pensa alle proprietà antibatteriche del tea tree oil). Le fragranze invece non hanno alcuna proprietà “terapeutica" (na fragranza non può essere lenitiva o antibatterica).
  • Prezzo: le fragranze hanno un prezzo minore rispetto agli oli essenziali, in quanto vengono abbattuti molti costi sulle materie prime e sul processo di estrazione.
  • Vantaggi: oltre ad avere costi più accessibili, le fragranze riproducono profumi che sono impossibili da ricavare dagli oli essenziali (come l’aroma di banana, mela o cappuccino!) che devono per forza essere riprodotti sinteticamente. Il vantaggio degli oli essenziali è che hanno poteri terapeutici e sono completamente naturali.
  • Svantaggi: le fragranze spesso non sono totalmente naturali, non hanno alcun beneficio per la pelle e durano meno rispetto agli oli essenziali. Gli oli essenziali hanno costi maggiori,e non possono essere estratti da qualsiasi pianta, frutto o fiore.
  • Profumazione: le fragranze possono riprodurre un numero infinito di profumi, anche quelli impensabili tipo la fragranza di aragosta (sì, esiste davvero, ma non chiedermi come faccio a saperlo); mentre gli oli essenziali hanno essenze "limitate" a quelle presenti in natura.

Un altro aspetto importante è che in commercio sono disponibili fragranze già pronte con cui crearefacilmente un profumo fai da te, senza dover essere esperte nel campo della profumeria. Le fragranza sono essenze dalla profumazione già armonica e strutturata.

Grazie alle fragranze già composte non dovremo preoccuparci di miscelare le diverse note olfattive (note di testa, di cuore e di base) affinché il nostro profumo sia ben bilanciato! Se vuoi approfondire meglio questo argomento ti consiglio di leggere questo articolo: https://blog.zenstore.it/Come-realizzare-un-profumo-fai-da-te-con-oli-essenziali-o-fragranze/

Ad ogni modo, la parola d’ordine in questo caso è: sperimentare!

Utilizzo delle fragranze: cosa sapere prima di cominciare

Usare le fragranze per creare un profumo personalizzato è molto semplice, ma prima di iniziare è doveroso soffermarci un po’ sul loro effettivo impiego e soprattutto sulle percentuali da utilizzare.

Generalmente, all’interno dei profumi, si consiglia di utilizzare una percentuale di fragranze del 2-5%, alcune però possono arrivare anche al 10%, 20% o 40%, a seconda del prodotto che si vuole realizzare.

In profumeria esistono termini diversi per indicare le diverse concentrazioni di profumo:

  • Parfume o estratto di profumo: percentuali di profumo dal 15-30%, fino al 40%
  • Eau de parfume: 10-14%, arrivando anche al 20%
  • Eau de toilette: 6-9% o concentrazioni leggermente più alte
  • Eau de Cologne: 3%-5%
  • Eau fraiche: inferiore al 3%

Come vedi un estratto di profumo avrà concentrazioni maggiori di fragranza, rispetto ad una semplice acqua di colonia, che risulterà più leggera e meno persistente.

Per decidere quanta fragranza usare è sempre fondamentale consultare la scheda del produttore per verificare quali sono le percentuali consigliate per quel tipo di fragranza.

In particolare, dovrai far riferimento agli standard IFRA (International Fragrance Association – Associazione Internazionale del Profumo) che regolamenta l’utilizzo delle fragranze in ambito cosmetico (non solo per i profumi ma anche per tutti i cosmetici dedicati alla cura della persona e della casa).

Questo documento contiene le percentuali di fragranza massime da usare per ogni categoria di prodotto (esempio saponi, deodoranti, candele), ovvero le dosi entro cui sono ritenute sicure.

Ogni fragranza è corredata da un certificato IFRA che riporta appunto le percentuali massime di utilizzo di quella specifica essenza. Considera anche che la quantità di fragranza aggiunta determina l’intensità della profumazione: maggiore sarà la percentuale inserita, più concentrato ed intenso sarà il profumo ottenuto.

Come realizzare un Profumo con le Fragranze. Le Ricette Fai da Te

Ti sembrerà incredibile, ma per realizzare un profumo con le fragranze avrai bisogno di soli due ingredienti, entrambi facilmente reperibili: una fragranza ed alcool etilico puro a 96°.

Puoi acquistare l’alcool etilico ad uso alimentare al supermercato; si tratta di un alcool trasparente commercializzato come alcool “Buongusto” ed usato principalmente per realizzare liquori in casa.

Ecco una semplice ricetta per realizzare un profumo da 30 ml, usando una fragranza al 10%:

  • 27 ml di alcool puro a 96° (alcool alimentare)
  • 3 ml di fragranza

Procedimento: Versa l’alcool in un flaconcino di vetro da 30 ml con erogatore spray, aiutandoti con un piccolo imbuto. Aggiungi la fragranza scelta ed agita bene. A questo punto puoi lasciare macerare la composizione per un giorno tenendola in un luogo buio e fresco, ma ti consiglio di aspettare almeno una settimana, in modo che l’odore dell’alcool si attenui e la fragranza si fonda perfettamente. Agita di nuovo il flacone prima di vaporizzare il profumo e lasciati avvolgere dalle sue note aromatiche.

Un trucco in più: per rendere il profumo più persistente, puoi aggiungere della glicerina che, oltre ad essere un fissativo, aiuta a prevenire una possibile secchezza della pelle causata dall’alcool. È sufficiente aggiungerne il 5% alla ricetta sopra indicata modificando così le dosi: 25,5 ml di alcool, 3 ml di fragranza, 1,5 ml di glicerina.

Acqua di Colonia (Eau de Cologne)

L’acqua di colonia o eau de cologne ha una minore concentrazione di alcool e di profumo, per questo la consiglio a chi non ama le profumazioni troppo intense e persistenti. Le concentrazioni di profumo nell’acqua di colonia sono molto basse e non superano generalmente il 5% mentre l’alcool usato può partire da una gradazione di 60° fino a 85-90°.

Per realizzare 50 ml di eau de cologne con 5% di fragranza ci servono:

  • 47,5 ml di alcool alimentare tra i 60° e 90°
  • 2,5 ml di fragranza

Procedimento: Come per il profumo, ti basterà mescolare i due ingredienti in un flaconcino di vetro spray ed agitare bene. In questo caso puoi farlo macerare anche per poche ore in quanto usando una gradazione di alcool inferiore, il suo odore tenderà a svanire più in fretta.

Profumo oleoso

Con le fragranze possiamo realizzare anche un profumo a base oleosa, ideale per chi è molto sensibile all’alcool o se vogliamo che la profumazione persista un po’ di più sulla pelle.

In questo caso, ti consiglio di scegliere un olio vegetale molto leggero, che non irrancidisca facilmente e con un odore più delicato. Il mio preferito è l’olio di jojoba, ma puoi utilizzare anche l’olio di riso o l’olio di mandorle dolci. Per relizzare un profumo a base oleosa, segui sempre le indicazioni per realizzare n profumo con base alcolica, sostituendo l'alcool con un olio vegetale.

Procedimento: Aggiungi la fragranza all’olio e trasferiscilo in una boccettina di vetro scuro o in un roll-on. Fallo riposare per circa due settimane, agitandolo ogni tanto, prima di utilizzarlo.

Un trucco in più: per una maggiore conservazione aggiungi anche 1-2 gocce di tocoferolo/Vitamina E per 20 ml di olio.

Profumo Solido

Personalmente amo moltissimo la versione solida delle mie fragranze preferite: sono veramente comode da portare in borsa e da applicare al volo in ogni occasione. Essendoa base di olio, non seccano la pelle e rilasciano una profumazione piuttosto intensa se applicate nei punti giusti come polsi, collo e dietro le orecchie.

La ricetta è semplicissima, per un profumino da 10 gr ci servono:

Procedimento: Fai sciogliere l’olio e la cera d’api a bagnomaria; quando sono liquidi toglili da fuoco, fai raffreddare leggermente e aggiungi la fragranza. Mescola bene e versa il tutto in un barattolino apposito, metti in congelatore per circa 30 minuti in modo che si solidifichi più velocemente.

Un trucco in più: modula la quantità di fragranza in base alla profumazione che hai scelto: se è molto intensa, puoi inserirla in dosi minori. Aggiungila comunque sempre gradualmente così da poterla regolare in base ai tuoi gusti.

Acqua Profumata per corpo e capelli

Un modo semplicissimo per usare le fragranze è quello di preparare un’acqua profumata da vaporizzare sia sul corpo che sui capelli. Si tratta infatti di una formulazione molto leggera e senza alcool. Essendo un'acqua, è molto più delicata rispetto al profumo.

Per 100 ml di prodotto occorrono:

  • un flacone da 100 ml
  • 98 ml di acqua demineralizzata
  • 2 ml di glicerina vegetale
  • 15 gocce di fragranza
  • 16 gocce di conservante (Cosgard)

Procedimento: Versa l’acqua distillata nel contenitore e aggiungi gli ingredienti in questo ordine: glicerina, fragranza e infine il conservante. L’acqua profumata è pronta! Agita il flacone prima di ogni utilizzo e vaporizzala su corpo e capelli.

Quale fragranza scegliere?

L’universo delle fragranze è costellato da centinaia di profumazioni diverse capaci di accontentare i gusti di tutti. Proprio perché l’offerta è molto vasta, a volte diventa difficile decidere quali fragranze scegliere per comporre i nostri profumi.

Ti lascio un breve elenco che potrebbe aiutarti:

  • Fragranze Golose: hai presente quell’aroma estasiante che senti entrando in un negozio di dolci e che ti fa venire letteralmente l’acquolina in bocca? Se ti piacciono questi tipi di profumi puoi provare le fragranze Cupcake, cioccolato truffle, zucchero filato o vaniglia Mou… più che annusare ti verrà voglia di mangiare!
  • Fragranze Floreali: sono fragranze molto femminili e dalle sfumature diverse che rievocano un bellissimo giardino fiorito e pieno di colori. Tra queste puoi provare: frangipani, viola, gardenia, lavanda e legni di bosco, gelsomino, rosa inglese, viale fiorito o fiori di rosa.
  • Fragranze Vivaci e agrumate: sei una persona dinamica, positiva e che non riesce a stare mai ferma? Se vuoi esprimere la tua personalità con un profumo fresco e frizzantino, ti consiglio di provare qualche fragranza agrumata come Yuzu, mandarino, Jeunesse o buccia d’arancia.
  • Fragranze Sensuali: sono perfette per circondarci da quell’alone di mistero e di fascino, capaci di farci sentire più sensuali e seducenti. Se ami questo tipo di fragranze prettamente femminili ti consiglio Olio Fragranza Mediterraneo, Vaniglia, Prigioniero, Devozione o Loto Indiano.
  • Fragranze Esotiche: immagina di essere alle Maldive a sorseggiare un cocktail in spiaggia... per un momento puoi renderlo quasi reale grazie al potere dei profumi! Se vuoi catapultarti in questi luoghi paradisiaci puoi provare la fragranza al cocco, al monoi o piña colada.
  • Fragranze Fruttate: sono profumazioni generalmente dolci che riproducono l’aroma goloso e succoso della frutta fresca; se ami queste profumazioni prova le fragranze banana, fragola, fiori di ciliegio o mix di meloni.
  • Fragranze Speziate: sono profumazioni “orientaleggianti” che ti trasportano in luoghi contemplativi e suggestivi, dove l’odore aromatico delle spezie si mescola con quello pungente e mistico dell’incenso. Un esempio sono l’olio fragranza al cardamomo, vaniglia e spezie, incenso speziato e ambra e incenso.
  • Fragranze da uomo: per realizzare un profumo maschile puoi scegliere una fragranza tipicamente da uomo come olio fragranza uomo o olio fragranza masculine, oppure quella ispirata a profumi famosi come Millionaire (ispirato a 1 Million di Paco Rabanne), Fresco inverno (Ispirato Cool Water di Davidoff), Dupe (ispirato a Joop! Homme) o Tabacco e vaniglia (Ispirato a Tobacco Vanille di Tom Ford – è una fragranza unisex)
  • Fragranze femminili ispirate a profumi famosi: queste fragranze riproducono i profumi più noti in commercio come l'olio fragranza Lou Lou ispirata a LouLou di Cacharel, Flora ispirata a Gucci Flora o Pozione d'amore ispirato a Love Spell di Victoria's Secret.

Altri modi per usare le fragranze

Non so se anche a voi succede, ma io quando mi innamoro di una fragranza la metterei ovunque! Circondarci di un profumo che ci piace e che ci fa sentire bene ogni volta che lo annusiamo può essere un ottimo modo per risollevarci l’umore e, perché no, anche cambiarci la giornata!

Possiamo quindi usare la nostra fragranza o il nostro mix preferito per realizzare:

  • Candele profumate
  • Saponi liquidi o solidi
  • Burri e creme corpo
  • Spray per ambienti
  • Shampoo e balsamo
  • Scrub per il corpo
  • Deodoranti per auto
  • Sali e bombe da bagno
  • Sacchetti per profumare armadi e cassetti

Ora che sai come realizzare un profumo in casa, puoi divertirti a sperimentare nuove essenze, anche mescolando più fragranze diverse e diventare così una provetta profumiera.

Condividi sui social Condividi su Facebook Condividi su Twitter